Sono passati diversi mesi dall’ultimo major update di Prevx. Non abbiamo ricevuto feedback negativi, ciò ci ha permesso di focalizzarci totalmente sullo sviluppo del successivo major update che ha fatto finalmente capolino – dopo svariati mesi di programmazione e testing – la scorsa settimana.

Il nuovo Prevx, rilasciato nella versione 3.0.5.6, contiene quasi 1000 cambi effettuati dalla ormai vetusta versione 3.0.1.65, dalla completa compatibilità con Windows 7 alla riscrittura dell’engine di protezione del programma, all’ottimizzazione dell’engine di scansione.

Ma, il punto focale della nuova versione di Prevx è l’implementazione della nuova componente Prevx SafeOnline, un notevole passo avanti per la sicurezza delle transazioni online effettuate dagli utenti su Internet.

Prevx SafeOnline

Prevx SafeOnline è la nuova funzionalità di Prevx che promette agli utenti di navigare sui siti web, inserire dati sensibili ed essere sicuri che nessun malware potrà intercettare queste informazioni personali.

L’utilizzo sempre più frequente di servizi di e-banking, di pagamento online, di e-shop, prevede che l’utente debba sentirsi sicuro nel momento in cui inserisce le proprie informazioni personali e dati sensibili quali dati di accesso ai conti correnti online o numeri di carte di credito.

I siti web in questione – siti di banche, paypal, ebay e molti altri – mettono al sicuro l’utente grazie all’utilizzo di connessioni HTTPS, l’utilizzo del protocollo crittografico SSL per garantire che la trasmissione di dati dal pc dell’utente al server remoto dell’azienda sia crittografata e impossibile da intercettare per qualsiasi pirata informatico che si trovasse tra il server e il PC dell’utente.

Ciò non esclude però che il PC dell’utente possa essere infetto da un qualsiasi malware. Nel 98% dei casi, infatti, è un malware all’interno del PC dell’ignara vittima a catturare le informazioni nel momento in cui vengono digitate dall’utente nel sito web a cui si vuole accedere.

Esempi possono essere il famigerato MBR rootkit, ma anche trojan quali ZeuS, SilentBanker, Goldun e migliaia di altri trojan con funzioni di keylogging o screengrabbing. Trojan silenziosi, inseriti all’interno del PC che intercettano la connessione a determinati siti web e catturano i dati di accesso dell’utente per poi spedirli ad un server remoto. I dati, in mano ai pirati informatici, potranno essere utilizzati in svariati modi, oppure anche venduti al miglior offerente.

L’utente, per evitare ciò, effettua una scansione con un software antivirus il quale, non trovando infezioni, convince l’ignaro user che può inserire i propri dati senza essere spiato.

In realtà, tuttavia, più e più volte singoli software antivirus si sono lasciati sfuggire infezioni attive nel sistema. Di fatto nessun software di sicurezza può garantire di individuare il 100% dei software nocivi.

Prevx, con il tempo, ha dimostrato che molti PC degli utenti – dichiarati puliti da altri software antivirus – erano in realtà ancora infetti da dei malware.

Anche noi alla Prevx però sappiamo che Prevx non è in grado di individuare il 100% dei software nocivi, perché nessun software sarebbe in grado di fare una cosa del genere. Per questo abbiamo sviluppato Prevx per essere totalmente compatibile con gli altri software di sicurezza e al contempo leggero sul sistema, per permettere all’utenza di installare Prevx in combinazione con un altro antivirus e fornire così maggiori possibilità di individuazione di infezioni.

Il punto, però, è che anche combinando piu prodotti di sicurezza, qualche infezione potrebbe sfuggire. È fisiologico, è impossibile da evitare. Ma bisogna porre rimedio in qualche modo. Da questo concetto nasce Prevx SafeOnline.

Prevx SafeOnline si integra in maniera totalmente automatica con tutti i browser più comunemente utilizzati ed inizia a proteggere la navigazione online dell’utente. Nel momento in cui si accede ad un sito web protetto – la lista dei siti web che si vuole proteggere è scelta arbitrariamente dagli utenti – Prevx SafeOnline inibisce il funzionamento di qualsiasi trojan con funzioni di keylogging, o trojan capaci di intercettare i dati nella clipboard o effettuando delle immagini istantanee del desktop.

Il concetto di Prevx SafeOnline è, in definitiva, quello di proteggere i dati degli utenti, indipendentemente dal fatto che il PC sia infetto o meno. Anche se il PC è infetto, i malware non saranno in grado di intercettare i dati digitati dall’utente.

Non è tutto quì. Prevx SafeOnline integra una protezione anti-phishing e una protezione anti-dns poisoning, grazie alla quale viene effettuato un controllo incrociato del sito web che l’utente va a visitare per verificare che la navigazione non sia stata reindirizzata da qualche infezione verso un falso sito web.

Test indipendenti hanno valutato la bontà del prodotto, verificando e confermando l’effettiva capacità di Prevx SafeOnline di bloccare i malware attualmente in circolazione capaci di rubare le informazioni degli utenti.

La compatibilità del prodotto è ancora limitata ai sistemi a 32 bit, ma a breve verrà espansa anche ai sistemi a 64 bit.

Maggiori informazioni alla pagina web http://www.prevx.com/safeonline.asp