Ad oggi, 17 Febbraio, il server che ospitava l’infezione del trojan.spambot sembra essere stato chiuso. Il provider dovrebbe aver preso in consegna il caso ieri, 16 Febbraio, ha analizzato il server ed ha provveduto allo shutdown.

Degno di nota il fatto che, differentemente da come tutti avremmo potuto pensare essendo un server localizzato a Singapore, il provider si è messo quasi subito all’opera per la chiusura del sito web.

*Errata corrige*

Purtroppo il server era solo momentaneamente offline. Risulta però attualmente attivo. Torno alle indagini